Focalizzatori Laser

Microla può vantare una consolidata esperienza nei sistemi ottici di modifica di fasci laser (laser beam shaping in inglese). A seconda dell’obiettivo richiesto dall’applicazione, è possibile agire sui fasci laser modificandone diverse proprietà, come ad esempio ridurre o aumentare le sue dimensioni. Più specificatamente si parla tipicamente di collimazione, focalizzazione ed espansione del fascio.

Se si vuole mantenere costante la dimensione di un fascio laser bisogna procedere con un’operazione detta collimazione, ottenibile tramite appositi sistemi ottici. Tuttavia, bisogna considerare che, a livello ottico, è impossibile ottenere un fascio completamente collimato. Per farlo, bisognerebbe utilizzare una sorgente puntiforme, che risulta non esistente a causa di chiari vincoli fisici. Utilizzando una sorgente reale e, di conseguenza, non puntiforme, bisogna considerare il fenomeno della divergenza residua. Questo tipo di divergenza del fascio è proporzionale all’area di emissione della sorgente, quindi maggiore è l’area di emissione, maggiore è la divergenza residua e di conseguenza peggiore la collimazione ottenibile. L’esperienza di Microla permette la specifica conoscenza e la limitazione di questo fenomeno, grazie ad un’accurata progettazione ottica che coinvolga il sistema di lenti più appropriato per ottenere il risultato desiderato sulla base della sorgente di luce (laser, led o lampada), minimizzando la divergenza residua e ottimizzando il risultato applicativo.

Un fenomeno analogo si verifica anche nell’operazione di focalizzazione di un fascio laser. La focalizzazione implica un restringimento del fascio con l’obiettivo, nella maggior parte dei casi, di ottenere un aumento della densità di potenza ottica. La focalizzazione ha dei limiti ben precisi. Analogamente all’esempio precedente, non si può raggiungere un fascio esattamente puntiforme, ma si può ottenere unicamente una superficie a fuoco di dimensione finita, in quanto la sorgente di emissione non è mai puntiforme. Anche nel caso della focalizzazione di un fascio laser Microla può offrire un solido know-how che le permette, tramite l’uso di sistemi ottici ad hoc, di ottenere uno spot secondo le esigenze e le specifiche richieste.

Un altro tipo di manipolazione possibile su un fascio laser riguarda l’espansione. Il sistema ottico che lo permette viene definito beam-expander. Con quest’operazione si può ottenere un fascio laser con diametro maggiore. È un’operazione molto importante poiché si ripercuote in svariate applicazioni. Per esempio, se l’applicazione richiede l’ottenimento di uno spot piccolo, la sola operazione focalizzazione del fascio potrebbe non essere sufficiente al raggiungimento delle specifiche richieste. Combinando opportunamente le tecniche di modifica del fascio precedenti, è possibile raggiungere uno spot minore, nella maggior parte dei casi concordemente all’applicazione ricercata.

APPLICAZIONI

I sistemi ottici di modifica dei fasci descritti rappresentano pratiche fondamentali nel mondo delle lavorazioni laser, poiché comuni ai più diversi tipi di trattamenti. La focalizzazione di un fascio è utilizzata per esempio nella saldatura di polimeri e metalli, nella marcatura, nell’ablazione, nella litografia e nella stereolitografia.
Microla può fornire con la sua progettazione ottica un’ampia esperienza a vantaggio dei suoi clienti.



Richiedi informazioni

Ho preso visione dei termini e condizioni
Messaggio inviato correttamente
Ti risponderemo il prima possibile




Ottica - Scopri gli altri progetti

PROIETTORE AD ALTA LUMINANZA

Dettagli

POMPAGGIO LASER

Dettagli

Iscriviti alla Newsletter

Ho preso visione dei termini e condizioni